con il contributo della Fondazione Cariplo

La Corte Suprema della Federazione Russa riesaminerà il caso di Jurij Dmitriev

Sezione: News

Il 31 agosto 2021 il sito web della Corte Suprema della Federazione Russa ha annunciato che il caso di Dmitriev verrà sottoposto a riesame. Il ricorso contro la sentenza della Corte Suprema della Repubblica di Carelia del 29 settembre 2020 è stato presentato da Jurij Dmitriev alla Corte Suprema della Federazione Russa alla fine di giugno. Il 30 giugno il ricorso è stato ufficialmente registrato dal tribunale. La decisione è stata presa l’ultimo giorno del periodo previsto dalla legislazione per esaminare il ricorso (secondo l’articolo 401.10(4) del CCP, è di 2 mesi).

Il ricorso contro una sentenza entrata in vigore è la fase finale del procedimento giudiziario; la sentenza può essere rivista e la sua esecuzione sospesa o terminata. Nel febbraio 2021, la Terza Corte Generale di Cassazione ha rivisto il caso in fase di appello e ha confermato la sentenza della Corte Suprema della Carelia, nonostante le numerose violazioni che si erano verificate durante la revisione del caso in appello.

Ricordiamo che secondo il verdetto d’appello emesso dalla Corte Suprema della Carelia il 29 settembre 2020 Jurij Dmitriev è stato condannato a 13 anni di reclusione in una colonia penale a regime severo (invece dei 3,5 anni previsti dal tribunale municipale di Petrozavodsk) per uno dei capi di accusa, mentre i restanti tre sono stati inviati al tribunale municipale per l’ennesima revisione (la terza).

Il tribunale della città di Petrozavodsk dovrebbe ora aggiornarsi per permettere alla Corte Suprema russa di rivedere il caso e annunciare la sua decisione sull’equità delle sentenze precedenti.

La revisione presso la Corte Suprema della Federazione Russa è l’ultima possibilità per Jurij Dmitriev di ottenere un giusto riesame da parte del sistema giudiziario russo delle accuse avanzate contro di lui.

Mentre il caso di Dmitriev veniva esaminato, numerose organizzazioni della società civile e istituzioni educative e di ricerca, russe ed estere, hanno chiesto alla Corte Suprema di rivedere il caso.

Nel marzo 2021, con l’aiuto degli avvocati dell’Associazione per i diritti umani Memorial, Jurij Dmitriev ha presentato una denuncia alla Corte europea dei diritti dell’uomo.


La Corte Suprema della Federazione Russa riesaminerà il caso di Jurij Dmitriev