< >

Ghisetti di Capofieri Aleksandr

Cognome:
Ghisetti di Capofieri
Nome:
Aleksandr
Figlio di:
Alekseevich
Pseudonimo:
Luogo e data di nascita:
Nato a S. Pietroburgo il 16(28) febbraio 1888
Origine sociale e percorso politico prima dell'arrivo in URSS:
Data dell'arrivo in URSS:
Percorso politico e professionale in URSS:
Di origine italiana, si laurea nel 1913 alla facoltà di lettere di Pietroburgo, segue il dottorato e dal 1908 è iscritto al partito degli SR. Organizza circoli culturali per gli operai. Nel 1911 è confinato per due anni nel governatorato di Perm'. Nel 1917 è deputato all'Assemblea Costituente. Nel 1918 è un leader di rilievo del partito socialista rivoluzionario a Pietrogrado. Lavora alla Libera associazione filosofica, dove dirige un circolo di filosofia del populismo. Insegna all'Istituto cooperativo.
Data, luogo e motivi dell'arresto:
Arrestato come SR nel 1920 e 1924. Come collaboratore della biblioteca dell'Accademia delle Scienze, arrestato per il caso degli accademici (Platonov, Tarle ecc.). Arrestato nuovamente il 5 febbraio 1933 a Taškent e condotto a Leningrado per il processo del "Centro populista" (Ivanov-Razumnik, ecc.). Arrestato nuovamente nel 1937
Condanna:
Confinato in Asia Centrale (città di Kokand). Lavora come collaboratore scientifico del museo della valle di Fergana, membro del sindacato dei lavoratori della cultura.
Condannato nuovamente a 3 anni di isolamento a Jaroslavl' il 28 giugno 1933 dall'OSO del Collegio dell'OGPU. Condannato infine alla pena di morte nel 1937
Data, luogo e causa della morte:
Fucilato il 7 ottobre 1938
Liberazione:
Riabilitazione:
Archivi:
Archiv Upravlenija FSB po Sankt-Peterburgu, d. P-78843 (1933 g.);
GARF, f. 8409, o. 1, d. 26
Martirologi: