< >

Blum Ernesto

Cognome:
Blum
Nome:
Ernesto
Figlio di:
Pseudonimo:
Luogo e data di nascita:
Nato a Fiume
Origine sociale e percorso politico prima dell'arrivo in URSS:
Partecipa alla rivoluzione ungherese di Bela Kun e, dopo la sua sconfitta, si rifugia in Italia. Trova lavoro a Crevacuore, in provincia di Vercelli, e vive a Greco Milanese. Viene arrestato perchè sospettato dell'attentato anarchico al teatro Diana di Milano del 23 marzo 1921. Riesce a discolparsi, ma in realtà, il 20 marzo 1921, aveva lanciato una bomba contro il circolo fascista "Ordine e Lavoro" di Greco Milanese. Fugge a Vienna dove vivono le sue due sorelle. Nella capitale austriaca apprende dai giornali che per l'attentato contro il circolo fascista è stato condannato il comunista Giovanni Forlani, si dichiara colpevole e cerca di far arrivare in Italia le prove che possano discolpare l'accusato
Data dell'arrivo in URSS:
1928
Percorso politico e professionale in URSS:
Nel 1928 arriva a Rostov sul Don con la moglie Sonia e comincia a lavorare come operaio edile. Poi si trasferisce a Gagryi, sul Mar Nero, dove lavora come direttore di un sovchoz
Data, luogo e motivi dell'arresto:
Condanna:
Condannato a 10 anni di confino in Kazachstan. Liberato prima di aver finito di scontare la pena, gli viene imposto il domicilio coatto nel Kuban'
Data, luogo e causa della morte:
Liberazione:
Forse rientra in Jugoslavia dopo il 1956
Riabilitazione:
Archivi:
FIG, Fondo Robotti
Martirologi: