< >

Bonafede Eugenio

Cognome:
Bonafede
Nome:
Eugenio
Figlio di:
Leopoldo
Pseudonimo:
Luogo e data di nascita:
Nato a Leningrado
Origine sociale e percorso politico prima dell'arrivo in URSS:
Data dell'arrivo in URSS:
Percorso politico e professionale in URSS:
Figlio del celebre ceramista e mosaicista Leopoldo Bonafede (1832-1878), primo chimico della Vetreria imperiale, insignito dell'ordine di Vladimir di 4a classe. Prima della rivoluzione, Eugenio è impiegato delle ferrovie, negli anni 1926-1934 contabile della concessione "Berger e Wirt", contabile dell'asilo nido n. 17 del Gorzdravotdel, invalido, non iscritto al partito. Vive a Leningrado, in via Kolpinskaja 23/17
Data, luogo e motivi dell'arresto:
Arrestato il 5 febbraio 1938
Condanna:
Condannato alla pena capitale l'11 ottobre 1938 dalla trojka dell'NKVD della regione di Leningrado, in base agli artt. 58-6, 10, 11. La sentenza non è eseguita. Il 7.4.1939 il Tribunale militare della Regione di Leningrado lo condanna a 15 anni di carcere in base agli artt. 58-6 p. 1 e 58-11. Il 23.09.1939 la pena è ridotta a 5 anni di ITL dal Collegio militare della Corte suprema dell'URSS. (La moglie Varvara Osipovna muore durante l'assedio di Leningrado nel 1942, il cugino Giorgio Bruni di Giulio, due volte vittima di repressioni, muore anch'egli durante l'assedio di Leningrado nel 1942, il figlio Jurij Bonafede di Eugenio, la nuora Ol'ga Jur'evna Bonafede, nata Kozlovskaja, pronipote di Aleksandr Puškin, e i parenti Larisa Ivanovna e Ksenija Nikolaevna Bonafede erano stati espulsi dal Leningrado nel 1935)
Data, luogo e causa della morte:
Muore il 21.4.1942 al Sevurallag
Liberazione:
Riabilitazione:
Archivi:
Martirologi:
Leningradskij martirolog, t. 12
Fonti di stampa:
Documenti, lettere, oggetti, fotografie: