con il contributo della Fondazione Cariplo

Bianchi Vitalij

Sezione: Italiani in URSS_schede-biografiche

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Cognome: Bianchi

Nome: Vitalij

Figlio di: Valentino

Luogo e data di nascita: Nato a Pietroburgo il 30 gennaio 1894

Percorso professionale/politico in URSS: Figlio del biologo Valentino Bianchi, discendente del tenore Tommaso Bianchi,recatosi in tournée a Pietroburgo e stabilitosi in Russia. Vitalij frequenta il ginnasio presso l’istituto storico-filologico di Pietroburgo, nel 1915 si iscrive alla facoltà di scienze. Nel 1916 è arruolato nell’esercito, e l’anno dopo entra nel partito degli SR. Partecipa al lavoro della commissione militare presso il CC del PSR che prepara una congiura antibolscevica. Smobilitato, si trasferisce nell’Altai. Rientra a Pietroburgo nel settembre 1922, evitando così di essere coinvolto nel processo agli SR. Collabora a giornali per bambini e contribuisce a fondare uno Studio per scrittori per l’infanzia, pubblica numerosi libri.

Data, luogo e motivi dell’arresto: Arrestato il 5 dicembe 1925 a Leningrado, è trasferito a Mosca il 30 dicembre.

Condanna: Condannato 3 anni di confino a Ural’sk (Kazachstan) il 29 gennaio 1926 dall’OSO dell’OGPU. Un gruppo di scrittori si rivolge alla Croce Rossa Politica chiedendone la liberazione anticipata.

Data, luogo e causa della morte: Muore di cancro ai polmoni a Leningrado il 9 giugno 1959

Liberazione: Nella primavera 1928 gli viene concesso di stabilirsi a Novgorod. Nel 1929 torna a Leningrado.

Fonti archivistiche: GARF


Bianchi Vitalij